Ho scoperto che anche un fantasy ha le sue regole – Even a fantasy has its own rules

Io ho la passione per lo scrivere da quando avevo 7 anni  e ho sempre composto un sacco di cose ma senza individuare la scrittura come mia futura professione….verso i 19 anni ho capito che lo scrivere era divenuto per me molto importante e ho iniziato a comporre seriamente. Inizialmente ho scelto la poesia e la prosa, in onore anche del mio poeta preferito Arthur Rimbaud, e ho composto circa 100 tra poesie, prose e sonetti di genere “decadente” basandosi sulla tanto decantata da Rimbaud “Alchimia del verbo” ovvero la volontà di  esprimere il rifiuto dell’arte “ufficiale” del mio tempo e la ricerca di rinnovati mezzi espressivi. Ero ribelle, volevo stupire il mondo intero….ero giovane e mi bastava sedermi a tavolino senza sforzarmi mi veniva spontaneo scrivere quello che pensavo, la penna andava da sola. Odiavo le regole della scrittura e andavo a braccio, odiavo la rima perchè era troppo costrittiva e mi tarpava le ali dell’immaginazione.Qualche anno dopo ho racchiuso tutti miei racconti e le mie poesie senza regole nei miei primi 3 libri pubblicati ( “I RIFLESSI DELLA LUNA”, “DI SOGNI IN CELLULOIDE” ,”GOCCIA DI SPADA” in vendita su Amazon e su Lulu.com). Poi ho iniziato ad appassionarmi alla sceneggiatura e li di regole ce ne sono molte. Ho dovuto mettere da parte i miei ardori di gioventù Rimbaudiana e obbedire a queste regole. Ho scritto un pò di soggetti e film che giacciono lì in attesa di essere prodotti. Poi, come spiegavo nel post precedente ho avuto un’ennesima conversione: sono tornata ad amare l’immaginazione e la totale fantasia e ho continuato la mia professione scrivendo un romanzo. Fino a giungere ai giorni nostri. Mi appresto a scrivere un fantasy….ed essendo per me un genere nuovo ( lo conosco bene da lettrice perchè amo Tolkien e Terry Brooks) ho cominciato a studiarlo e con mio sommo stupore…..anche il genere fantasy ha le sue regole….Ho letto molti blog (grazie a Tiziano http://ildestinodinike.blogspot.it/) e manuali che parlano di questo argomento e nonostante io “odio” le regole….ho scoperto che nel fantasy sono estremamente necessarie. Non basta avere una fantasia smisurata come la mia, questa fantasia va “diretta” che non significa necessariamente “imbrigliarla” ma direzionarla verso lo svolgimento e l’obiettivo che si vuole raggiungere. Ho già tutta la storia in mente, ne vedo già le scene, le inquadrature, i dialoghi….vedo i personaggi….potrei già scrivere la sceneggiatura….ma….debbo partire da un punto ben preciso:La prima regola che ho imparato studiando il genere è: CREARE UN MONDO .Nel prossimo post parlerò di  come ho creato il mondo di ARDAMITHRISIL, le Terre della Luna, da dove comincia il mio nuovo libro.

A presto

ENGLISH VERSION

I have a passion for writing since I was 7 years and have always made ​​a lot of things but did not identify the writing as my future profession …. at the age of 19 I realized that writing had become very important to me and I began composing in earnest. I initially chose poetry and prose, also in honor of my favorite poet Arthur Rimbaud, and I wrote around 100 poems, prose and sonnets like “decadent” based on the much praised by Rimbaud “Alchemy of the word” or the desire to express rejection of the art “official” of my time and finding renewed media. I was rebellious, I wanted to surprise the whole world …. I was young and I just had to sit at the table without me force myself to write what I thought was spontaneous, the pen went alone. I hated the rules of writing and I was off the cuff, I hated the rhyme because it was too restrictive . Few years later, I have enclosed all my stories and my poems no rules in my first three books published (“REFLECTIONS THE MOON “,” DREAMS IN CELLULOID “,” DROP SWORD “on sale on Amazon and Lulu.com).Then I started to get interested in the script and them there are a lot of rules. I had to put aside my ardor of youth Rimbaud and obey these rules. I wrote some subjects and film lying there waiting to be produced. Then, as I explained in my previous post, I have had yet another conversion: I came to love the imagination and total fantasy and I kept my job writing a novel. Up to the present day. I am going to write a fantasy …. and being a new genre for me (I know him well as a reader because I love Tolkien and Terry Brooks) I began to study it and to my amazement ….. even the fantasy genre has its rules …. I have read many blogs ( (Thanks to Tiziano http://ildestinodinike.blogspot.it/)and manuals discussing this topic and even though I “hate” the rules …. I discovered that in fantasy are extremely necessary. Not enough to have a huge fantasy like mine, this fantasy is “direct” does not necessarily mean “harness” but drive it to the performance and the goal you want to achieve.
I have the whole story in mind, I can already picture the scenes, shots, dialogues …. I see the characters …. I could already write the script …. but …. I have to start from a point well precise:
The first rule I learned from studying gender is: CREATE A  WORLD.
In the next post I will talk about this …. and I’ll tell you how I created the world ARDAMITHRISIL, the Lands of the Moon, from where begins my new book.

See you soon

Annunci

2 pensieri su “Ho scoperto che anche un fantasy ha le sue regole – Even a fantasy has its own rules

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...