Cosa vedo fuori dalla finestra – What I see out the window in April

Un cosa che scrissi qualche tempo fa…..di Aprile. Eppure ancora attuale.

“Il lento procedere del pomeriggio, sorseggiando acqua e amari sorrisi distesi. Fuori della mia finestra vedo due alberi enormi, che si affacciano su una stradina costeggiata d’oleandri. Quando ero più piccola notavo l’alternarsi delle stagioni, osservando questi i due alberi che modificavano le loro fronde, colorandosi di giallo, per poi spogliarsi in inverno, ed imperlare i rami con gocce di pioggia silenziose. Nel caldo sole di Marzo tornavano le gemme
e il fiorire lento annunciava il risveglio…
E capivo che la scuola stava per finire e che la maestra ci avrebbe portato in giardino a giocare.Alberi che vegliano ogni pomeriggio sulle grida dialettali nel cortile, di bimbi e mamme romane…
E se chiudo gli occhi sembra ancora di sentire la mia voce dire “mò torno!” quando mia madre mi chiamava per la cena.Ora che sono grande e che non porto più la cartella rossa sulle spalle, ma il fardello della vita, osservo lo stesso i due alberi, che sono sempre lì…
Ci sono altri bambini, altre mamme, altri pomeriggi, altri gatti silenziosi…ma i due alberi sono sempre lì, con le stesse bandiere ai balconi, gli stessi panni stesi al sole della mia città!”

ENGLISH VERSION

One thing that I wrote some time ago ….. in April. Yet still current.

“The slow peace of the afternoon, sipping water and bitter smiles stretched. Outside my window I see two huge trees, overlooking a narrow street lined with oleander. When I was younger I noticed the changing of the seasons, watching these two trees that modified their leaves, yellow coloring itself, then undress in the winter, and Pearl branches with silent raindrops. in the hot sun in March returned gems and the flourishing slow announcing the awakening …
And I realized that the school was about to end and that the teacher would take us to the garden to play. Trees that watch every afternoon on the dialect shouts in the courtyard of babies and mothers Roman …
And if I close my eyes still hear my voice say “still for a moment and then came!” When my mother called me to dinner. Now that are great and that I do not wear more red folder on the shoulders, but the burden of life, observe the the same two trees, who are always there …
There are other children, other mothers, other afternoons, other cats silent … but the two trees are still there, with the same flags on the balconies, the same clothes hanging in the sun in my town! “

Annunci

3 pensieri su “Cosa vedo fuori dalla finestra – What I see out the window in April

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...