Riflessioni pre-esame di Regia – Reflections before the exam of Direction

Mi aspetta un mese intenso di studio….come non me ne capitavano da anni ormai dopo aver conseguito la laurea. Riscrivermi all’università, anche se  solo per conseguire una specializzazione in determinati corsi,  è stato un bel passo e una bella sfida infatti abituarsi di nuovo allo studio non è semplice, considerando anche il fatto che 8 ore al giorno lavoro in ufficio e quindi non sempre ho la mente fresca il pomeriggio, per mettermi a studiare. Ad ogni modo lo faccio con piacere poichè l’argomento è uno dei miei preferiti: la Regia. Anche se io nasco prettamente sceneggiatrice e scrittrice , sono affascinata anche dagli altri ruoli che lavorano alla realizzazione di un film e il regista, penso che sia uno dei più affascinanti. Il corso che ho seguito nel primo semestre, ovvero Istituzioni di Regia , quest’anno aveva veramente un bel programma:  Il corso analizzava  il modo di produzione, la messa in scena, le dinamiche autoriali del cinema italiano anni Duemila, il cosiddetto “New- New Italian Cinema” caratterizzato dalle opere di nuovi registi importanti che hanno dato nuovo respiro e una nuova vitalità al cinema italiano che purtroppo lotta costantemente contro una crisi che dura ormai da più di vent’anni.  Abbiamo analizzato nello specifico lo scenario del film nell’Italia  contemporanea, indagandone i generi ,la regia, i movimenti di macchina, il linguaggio e la grammatica, coniugando l’approccio tecnico con quello estetico, e studiando le possibili alternative sul terreno della produzione e della distribuzione che sfociano anche nel nuovo contesto del digitale. Durante il corso abbiamo avuto anche la possibilità di vedere film della nuova generazione di registi che si stanno affacciando alla ribalta e alcuni di loro li abbiamo  anche conosciuti dal vivo in quanto sono venuti a lezione a presentarci le loro opere. In questi mesi di lezione ho fatto però alcune riflessioni: tutti i film visti fino ad ora, previsti nel corso (ovviamente molto belli e interessanti, questo è fuori dubbio) trattano argomenti molto importanti come l’immigrazione, l’integrazione, i problemi della nostra nazione, la relazione dell’individuo nel contesto in cui vive e col ruolo che la società gli assegna, il problema della disoccupazione, tutte tematiche di riflessione e importanti. Mi sono chiesta però….perchè non siamo in grado di fare e produrre anche film Kolossal come fanno in America? Come si sa il pubblico molto spesso riempie le sale proprio con questo tipo di film….e allora?  La prima risposta e la più ovvia, risiede in una sola parola: SOLDI. Per fare quei film ci vogliono un sacco di soldi questo è vero, però secondo  non ci sono proprio le idee oppure se ci sono ( tipo le mie fantasy) vengono immediatamente cancellate in virtù della parola SOLDI..Però per fare i cinepattoni (con tutto il rispetto) i soldi ci sono?…..strani meccanismi.  Eppure il web lo dimostra: Si possono realizzare una miriade di video con effetti speciali degni del miglior IRON MAN o AVATAR: ormai seguendo i Tutorial on line o anche corsi specializzati è possibile imparare ad usare  AFTER EFFECTS,PREMIERE,FINAL CUT,PHOTOSHOP a livello quasi professionale. Ho tanti amici che fanno corti con pochi soldi che sono semplicemente fantastici eppure non riescono a farsi produrre perchè….perchè? Perchè per farsi notare in Italia….o si fa il Cinepanettone oppure si debbono trattare necessarie argomenti “pesanti”? Perchè non si riescono a fare commedie intelligenti oppure se si fanno sono sempre appannaggio dei “soliti”? Perdonate le mie piccole riflessioni….probabilmente sono figlie di uno spirito sognatore che non vuole piegarsi alla realtà del sistema, che probabilmente terrà per sempre nel cassetto le sue sceneggiature….ma in fondo anche James Cameron per 12 anni ha tenuto una sua sceneggiatura nel cassetto….e poi è diventata AVATAR.

Vabbè meglio che torno a studiare 🙂

A presto followers!  Ditemi la vostra opinione se volete, anche in privato se non vi va di scrivere nei commenti.

57FDA0_2

ENGLISH VERSION

I expect a month of intense study …. not like me they visited the city for years after graduating. Subscribe againuniversity, even if only in order to achieve a specialization in certain courses, it was a big step and in fact quite a challenge to get used again to study is not easy, considering the fact that 8 hours a day working in the office and therefore not I have always had fresh mind the afternoon to study hard. Either way I do it with pleasure because the topic is one of my favorites: the Director. Even if I am born purely screenwriter and writer, I’m fascinated by the other roles working towards creation of a film and the director, I think it’s one of the most fascinating. The course that I have followed in the first half, or institutions Regia, this year had a really nice program: The course analyzed the mode of production, the staging, the dynamics of Italian cinema auteur twenty-first century,the so-called “New-New Italian Cinema” characterized by the works of new filmmakers who have given new breath and a new vitality to the Italian cinema, which unfortunately is constantly struggling against a crisis that has lasted more than twenty years. We have analyzed specifically the scenario of the film in contemporary Italy, investigating genres, directing, camera movements, language and grammar, combining the technical approach with the aesthetic, and studying the possible alternatives in the field of production and distribution that result in the new context of digital. During the course, we also had the chance to see the new generation of film directors who are entering the limelight and some of them have even known them live as they came to class to present their works. In these months of lessons I did, however, some thoughts: all the films seen so far, provided for in progress (obviously very beautiful and interesting, this is beyond doubt) deal with very important issues such as immigration, integration, the problems of our nation, the relationship of the individual in the context in which they live and with the role that society assigns, the problem of unemployment, all themes of reflection and important. I wondered though ….because we are not able to make and produce films also colossal as they do in America? As you know the audience very often fills the halls with just this kind of movie …. and then? The first and most obvious answer, lies in one word: MONEY. To make those movies it takes a lot of money this is true, but there are no second own ideas or if you are (like my fantasy) are immediately deleted by virtue of the word MONEY .. But to make blockbusters (with all respect) the money is there? ….. strange mechanisms. Yet the web proves it: You can create a myriad of videos with special effects worthy of the best IRON MAN or AVATAR: now following the tutorial online or even specialized courses you can learn to use AFTER EFFECTS, PREMIERE, FINAL CUT, PHOTOSHOP level almost professional. I have many friends that are short with little money that are just brilliant and yet can not make their produce because …. why? Why to get noticed in Italy …. or do you have to treat the blockbusters or necessary arguments “heavy”? Why you can not make intelligent comedies or if you do they are always the responsibility of the “usual”? Forgive my little thoughts …. probably  I’m a spirit dreamer who does not want to bow to the reality of the system, which will probably forever in the drawer his scripts …. but  even James Cameron for 12 years held his own script in the drawer …. and then became AVATAR.
Oh well better get back to studying 🙂
Tell me your opinion if you want, even in private if you do not want to write in the comments.

See you soon

Annunci

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...