Oggi vi presento Fran – Today I present Fran (all right reserved ©)

Lo so….manco da un pò di giorni….abbiate pazienza tornerò. Sto avendo delle giornate intense tra lavoro e studio, ma almeno 5 minuti al giorno li sto sempre dedicando alla mia attività: la scrittura. Anche se non scrivo fisicamente la mia mente frulla in continuazione. Osservo paesaggi, ascolto musica e parole….e catturò tutto ciò che  può servire al mio progetto “Meldon”©. Sono una specie di spugna che nulla lascia andare via…e così nonostante siano giorni concitati ho creato ancora….e oggi voglio presentarvi un altro personaggio della mia saga fantasy: Fran. Eccovi una breve descrizione della giovane umana dai capelli rossi che introduce il secondo capitolo del primo romanzo. Buona lettura e a presto.

Tra le pagine cerchiamo

I colori degli Alqua.

La loro esistenza

sinonimo di pace.

Giù per le valli di Silmenel

Rotolano i libri sapienti

E dalle pagine al vento d’argento

Traggo le mie conclusioni.

Loro sono di nuovo tra noi.

Fran cavalcava veloce al sole del mattino che risplendeva vigoroso su Ildisia e dentro i suoi occhi azzurri. I lunghi riccioli rossi ballonzolavano al vento e sulla schiena. Impaziente e gioiosa spronava Aros, il suo destriero dal manto palomino, lungo il fiume Atayos. Il grande fiume, che nasceva dal grande ghiacciaio che imperava su Silmenel tagliava a metà le Terre di Loralia e costeggiava la grande città di Ildisia e le foreste di Myniatur. Il grosso fiume cristallino poi, si accostava sinuoso al Bosco di Elrohir fino alle montagne di Endolia spaccandole quasi a metà, come se si fosse fatto largo a forza tra le rocce liberandosi poi nella poderosa cascata Nenuil. La giovane amazzone spronava l’equino con leggiadria e destrezza e l’animale rispondeva aumentando la sua andatura. I due esseri viventi creavano una perfetta simbiosi tra loro. Ampi sorrisi sul viso candido della ragazza che adorava sfidare il vento, tagliandolo in due come fosse una veloce freccia.

“Aros vai vai!” urlava di gioia e il vento gonfiava la sua camiciola di lino bianca e il mantello color porpora su cui troneggiava al centro lo stemma del grande Ordine dei Grandi Precettori di Ildisia. I Precettori di Ildisia  era un nutrito gruppo di studiosi, saggi e mecenati che avevano costituito questa specie di scuola il cui scopo era quello, come il nome stesso suggeriva,  di diffondere e proporre l’Arte dell’insegnamento in tutte le sue forme all’interno del Regno di Loralia e attraverso concorsi, giochi, manifestazioni , premiazioni fornire la cultura e l’istruzione a chi non ne aveva possibilità. Era inoltre una tra le scuole più importante che aveva il compito di formare le più brillanti e giovani menti sparse nelle Terre di Loralia. A capo dell’ordine vi erano i tre grandi saggi Lègistor, Màgistor e Tèkeror con cui gli allievi alla fine del loro percorso di studi, dovevano misurarsi per raggiungere il grado di Aspirante Precettore. I tre saggi decidevano quale era la prova in cui si dovevano applicare gli allievi e solo in pochi, nella lunga tradizione dell’ordine, erano riusciti a superare questo ostico gradino”   

 all right reserved ©

capelli-ricci-rossi-ramati

 ENGLISH VERSION

I know …. I miss from some days back …. be patient. I am having intense days of work and study, but at least 5 minutes a day I’m always dedicating them to my activities: writing. Although not physically write my mind whirls constantly. I look landscapes, listening to music and words …. and captured everything that can serve to my project “Meldon” ©. I’m sort of sponge that there is nothing to go on … and so despite frantic days I created yet …. and today I want to introduce another character from my fantasy saga: Fran. Here is a brief description of the human young red-haired introduces the second chapter of the first novel. Happy reading and see you soon.

“Between the pages we

The colors of the Alqua.

Their existence

synonymous with peace.

Down the valleys of Silmenel

Roll books wise

And from the pages to the wind silver

I draw my own conclusions.

They are among us again.

Fran was riding fast in the morning sun shining on vigorous Ildisia and in your blu eyes. The long red curls bobbing in the wind and back. Impatient and joyful urged Aros, his in the mantle palomino horse along the river Atayos. The great river, which arose from the great glacier that prevailed on Silmenel cut in half the Lands of Loralia and skirted the great city of Ildisia and forests of Myniatur. The bulk crystalline river then approached the winding forest Elrohir to the mountains of Endolia spaccandole almost in half, as if he had done well in force between the rocks then freeing the mighty waterfall Nenuil. The young rider spurred the horse with grace and dexterity and the animal responded by increasing its pace. The two living beings created a perfect symbiosis between them. Broad smiles on the white face of the girl who loved to challenge the wind, cutting it in two like a fast arrow.

“Aros go go!” Screamed with joy and the wind filled her chemise of white linen and purple robe on which dominated the coat of arms of the Grand Order of the great preceptors of Ildisia. The preceptors of Ildisia was a large group of scholars, sages and patrons who had made this kind of school whose purpose was, as its name suggested, and propose to spread the art of teaching in all its forms to ‘ inside of the Kingdom of Loralia and through contests, games, events, award ceremonies provide culture and education to those who did not have chance. He was also one of the most important schools which had the task of training the best and brightest young minds and scattered in the Lands of Loralia. At the head of the order were the three wise men Lègistor, Màgistor and Tèkeror with which the students at the end of their studies they had to compete to achieve the degree of Aspiring Preceptor. The three wise men decided what was the trial on which the students had to apply and only in a few, in the long tradition of the order, they were able to overcome this difficult step “

Annunci

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...