Quella volta che mi punse un’ape parte 1 – That time a bee stung me

Cosa è cambiato? Molti mi stanno facendo questa domanda in questo periodo, specialmente a lavoro…Mi chiedo:  si nota così tanto che il mio sorriso è più luminoso e che la mia anima sembra più sfolgorante del solito? Non lo immaginavo eppure i risultati si vedono e sono veramente grandi. Cosa ho fatto per risplendere così? Semplicemente ho aperto gli occhi ad una nuova imamgine della vita, un nuovo punto di vista con cui vedere il mondo che mi circonda. Sto accarezzando l’idea di raccogliere  e scrivere tutto ciò che mi è successo da circa 2-3 anni fa fino ad oggi, perchè certe memorie non vanno perdute . Un percorso tortuoso, pericoloso che mi ha spaventato e molte volte ho creduto di non farcela ed invece oggi ne parlo con tranquillità e con la consapevolezza che ne ho iniziato un altro più luminoso che mi porterà dei grandi benefici, nel vedere la vita con una luce diversa, regalando un sorriso in più a tutti. Ogni cosa sta traendo beneficio da questa nuova energia, anche la mia attività di scrittrice.  Questo è ciò che mi è successo:

Io ero una roccia, per la mia famiglia io ero “GLACIALE”, non piangevo in nessun caso, volevo stare da sola e sapevo che avrei contato sempre e solo su di me, nell’amore e nell’amicizia non ci credevo, dopo le tante batoste prese. Poi la corazza ha cominciato a scricchiolare. Il mio percorso di cambiamento è cominciato l’8 marzo di 2 anni fa con una puntura d’ape….Una sera stavo per andare in palestra e ho preso le scarpe da kick boxing in balcone. Ne calzo una e sento una fitta improvvisa al pollice e una sensazione di bruciore….mi tolgo la scarpa e dentro c’era un’ape agonizzante che prima di morire ha tentato di difendersi col suo pungiglione. Mi sciaquo la ferita, chiamo mia madre in tutta tranquillità “Mamma non vado in palestra mi ha punto un’ape! Tutto ok!” Passano 5 minuti e comincio a sentire una strana sensazione, una vampata calda che mi arriva alla testa, una stretta alla gola e dentro di me sento una voce che dice “STO MORENDO!” chiamo i miei per farmi portare in ospedale. Io non sono mai stata allergica, eppure in quel momento ho pensato ad uno shock anafilattico. Durante il tragitto avevo paura di morire, non sapevo cosa mi stava succedendo, stavo perdendo il controllo. Rimango in osservazione in ospedale  fino alle 4 di notte: tutto ok sono sana con un pesce ma….sono stata vittima di un attacco di panico. “Cosa diamine sono gli attacchi di panico? E perchè improvvisamente ho paura delle malattie? Sto impazzendo? Non mi vorrà più nessuno? E quando i miei genitori non ci saranno più, cosa ne sarà di me?” Queste erano le domande che mi facevo e mi balenava sempre in mente quel famoso film A BEAUTIFUL MIND tratto da una storia vera….la potenza della mente mi avrebbe annientato e non avrei avuto più il controllo della mia vita. A parlarne ora mi fanno sorridere queste paure anche se porto sempre il massimo rispetto per ciò che mi è capitato, ma in quel momento i pensieri sembravano una spirale che scendeva sempre più in basso trascinandomi al centro della terra. Non potevo vedere i telegiornali, i film thriller, le storie vere, perchè mi immedesimavo troppo. Ogni minimo dolore che sentivo immaginavo chissà quali malattie e poi c’era la mia vita che ristagnava: ero delusa dalle amicizie, delusa dall’amore e sul lavoro non avevo soddisfazioni e questo mi creava preoccupazioni per il fatto di non riuscire ad arrivare a fine mese e pagare tasse e casa, odiavo tutti, arrivavo in ufficio e non sorridevo mai, ce l’avevo col mondo intero. Ero vittima di paure e angoscie che erano rimaste sempre sopite ma che all’improvviso erano scoppiate fuori….era tutto previsto…era un passaggio obbligato per poter risalire verso il sole…ma non era ancora il momento. La morte di quell’ape era la chiusura del mio passato  e un sentiero verso la rinascita….ma questo l’avrei capito solo più avanti…

ape-fiore-di-loto-blu-14355581

ENGLISH VERSION

What has changed? Many are making me this question at this time, especially at work … I wonder, you will notice it so much that my smile is brighter and that my soul seems more dazzling than usual? I do not imagine yet the results are good and they are really great. What did I do to shine so? I simply opened my eyes to a new image of Our life, a new point of view from which to see the world around me. I’m toying with the idea to collect and write down everything that happened to me from about 2-3 years ago until today, because certain memories are not lost. A winding path, dangerous that scared me and many times I thought I would not make it and instead today I speak with confidence and with the knowledge that I have started another brighter than I will bring great benefits, in looking at life with a light different, giving an extra smile to everyone. Everything is benefiting from this new energy, even my work as a writer. This is what happened to me:

I was a rock, for my family I was “ICE AGE”, I did not cry in any case, I wanted to be alone and I knew that I would only ever counted on me, I did not believe in love and, after taken so many blows. Then the armor began to creak. My path of change began on March 8 to 2 years ago with a bee sting …. One night I was going to go to the gym and I took the shoes kick boxing in the balcony. I wear one and I feel a sudden pain in the thumb and a burning sensation …. I take off my shoe and inside was a bee in agony before he died he tried to defend himself with his stinger. I wash the wound, I call my mother in peace “Mama do not go to the gym a bee stung me! Everything ok!” They spend 5 minutes and I start to feel a strange feeling, a flash hot that I get to the head, a narrow throat and inside of me I hear a voice that says “I’m dying!” I call my parents to take me to the hospital. I’ve never been allergic, but in that moment I thought to an anaphylactic shock. During the trip I was afraid to die, I did not know what was happening to me, I was losing control. I remain under observation in the hospital until 4 am: everything ok are healthy with a fish …. but I was a victim of a panic attack. “What the hell are panic attacks? And why suddenly I’m afraid of diseases? Am I going crazy? Do not want me any more? And when my parents there will be no more, what will become of me?” These were the questions that I asked and I always keep in mind flashed that famous film, A BEAUTIFUL MIND based on a true story …. the power of the mind would have destroyed me and I would have had more control of my life. To talk about it now make me smile even if these fears I always have the utmost respect for what has happened to me, but at that moment his thoughts seemed a spiral going down lower and lower dragging the center of the earth. I could not see the news, movies, thrillers, true stories, because I identify . Every little pain I felt I imagined some kind of disease, and then there was my life that was stagnant: I was disappointed by friendships, disappointed by love and satisfaction on the job I had and I created concerns about the fact of not being able to make ends month and pay taxes and house, I hated all, I arrived in the office and never smiled, I had it with the world. I was a victim of fears and anxieties that had remained dormant but always suddenly had broken out …. it was all planned … it was a necessary step to be able to go back into the sun … but it was not yet time. The death of that bee was the end of my past and a path to the rebirth of this …. but I would have understood only later …

 

Annunci

Un pensiero su “Quella volta che mi punse un’ape parte 1 – That time a bee stung me

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...