Fantasy: Rispettare le caratteristiche di razza – Observe the characteristics of the breed

Tempo fa, in due vecchi articoli parlavo di come fosse importante, quando si scrivono libri o sceneggiature che comprendono razze diverse da quelle umane, mantenere le caratteristiche fisiche , psicologiche e comportamentali, a meno che non si tratti di razze create ex novo, ovviamente poi ogni razza ha al suo interno varie tipologie e allineamenti (neutrale, positivo, negativo), come ad esempio gli elfi oscuri che spesso si trasformano in drow in base. Se si decide si descrivere un elfo oscuro bisognerà tenere conto delle sue caratteristiche specifiche ma anche della sua psiche e il suo allineamento. Oggi vi parlo delle caratteristiche base degli elfi, raccogliendo le varie indicazioni dalle anatomie Tolkieniane e dei vari Giochi di Ruolo. Gli Elfi della mia trilogia “Meldon” saranno molto simili al canone standard della razza elfica, anche se qualcosa di nuovo di sicuro la scriverò: Altezza come gli umani e più saggi, più forti e più intelligenti. Il loro aspetto e’ simile a quello degli Uomini con i quali condividono la stessa corporatura, ma essi hanno uno splendore diverso che ne tradisce lo spirito e le doti. Hanno con essi alcune differenze essenziali:oltre ad essere più alti degli uomini sono anche meno robusti e dal corpo glabro, non hanno ne’barba ne’baffi. Sono inoltre dotati di una straordinaria destrezza e agilità poichè pesano meno degli esseri umani, questo però non gli permette di indossare armature e armi pesanti, potrebbero risentirne. Le loro orecchie sono leggermente più lunghe di quelle degli uomini ed hanno una tipica forma a punta, per via di un acuto senso dell’udito e le orecchie sono modellate per incanalare meglio il suono. A differenza degli umani sono in grado di riconoscere suoni che si accavallano e sono in grado di percepire gli ultrasuoni . La loro vista è altrettanto portentosa e gli consente di vedere anche a molte miglia di distanza, sia di giorno che di notte. La maggior parte ha i capelli biondi, sabbia, argento, grigi o neri; gli occhi azzurri (talmente chiari a volte da sembrare color del ghiaccio), grigi, verdi o grigio scuro, in alcuni casi blu o violetti. La loro pelle è più bianca.
Gli occhi degli elfi hanno una forma allungata e sono dotati di pupille più grandi di quelle degli uomini che assorbono meglio la luce e sembrano per questo più brillanti. Inoltre la pupilla iper reattiva e di una retina pluristratificata. Distinguono con estrema nitidezza delle figure a parecchie centinaia di metri di distanza. Gli Elfi dimostrano un superiore senso dell’equilibrio e una maggiore destrezza. Sono rinomati per le loro superiori abilità di combattimento a distanza, specialmente il tiro con l’arco. Non invecchiano ma diventano via via più saggi e decisamente più belli, ricchi di luce, non solo interiore, visto che camminano sempre in una luce simile al bagliore della luna subito al di sotto dell’orlo della terra. Gli elfi non dormono mai gli basta riposarsi ogni tanto semplicemente meditando e ricordando il passato, soprattutto di notte quando si stendono e a occhi aperti guardano il cielo stellato, è per questo che sono chiamati dagli uomini “il popolo delle stelle” Il loro sistema nervoso è formato da cervello, midollo spinale e terminazioni nervose, differisce da quello umano per la maggiore velocità di reazione agli stimoli e per la quantità di informazioni che può immagazzinare che è di circa 10 volte maggiore rispetto a quella di un comune essere umano. La velocità degli impulsi nervosi inoltre, conferisce riflessi superiori alla media e ottima capacità di risposta agli stimoli fisici, sensoriali e chimici. Le cellule cerebrali e nervose degli elfi raggiunta la maggiore età continuano a riprodursi, per tanto, il numero non scende mai e questo fa si che gli elfi non perdano mai le facoltà mentali. Il loro sistema cardio-vascolare è formato da cuore, arterie, vene e capillari, ha una maggiore velocità di circolazione e una forte pressione sanguigna rispetto agli umani. Per questo motivo i vasi sanguigni sono più resistenti. Questa struttura permette all’elfo di sopportare sforzi fisici maggiori. Non hanno sangue ma una sostanza simile che si chiama LINFA. Il loro sistema respiratorio è formato da trachea, bronchi e polmoni, ha una quantità di alveoli quasi doppia di quella umana per compensare la maggior velocità del cuore. Questa struttura permette anche agli elfi di non risentire della rarefazione dell’ossigeno alle grandi altezze, e di avere un’autonomia sotto l’acqua 3 volte maggiore di quella umana. Il loro apparato digerente è formato da esofago, stomaco, intestino e fegato. Gli elfi possono rimanere a digiuno per molto più tempo di un essere umano.
Il loro apparto muscolare è caratterizzato dal fatto che i tendini dei muscoli delle articolazioni sono molto resistenti ciò evita distorsioni durante gli scatti di agilità. L’eccitabilità, la contrattilità, l’estensibilità e l’elasticità dei muscoli sono sviluppatissime, ciò permette agli elfi velocità e agilità straordinarie. L’unità motoria è costituita da un numero ristretto di fibrocellule muscolari innervate, il muscolo quindi e capace di movimenti rapidi, fini e precisi. In oltre i tendini sono più elastici quindi si abbassa il rischio di lussazioni. Anche dopo lunghi periodi di inattività o semiattività non c’è mai atrofizzazione del muscolo. L’apparato osseo degli elfi presenta ossa lunghe sono più o meno ricurve come negli umani, tuttavia negli elfi questa particolarità è più accentuata per poter sopportare meglio il carico meccanico non essendo di costituzione robusta, esse sono anche molto più porose e quindi più leggere. Presentano anche una particolare cavità al centro delle ossa che ne accentua la leggerezza. La presenza di cartilagine all’interno dei pori fa si che l’osso sia più elastico e non vada quindi facilmente incontro a fratture o incrinature. Anche in questi casi però la particolare struttura si risalda in modo ottimale ed in tempi brevi senza che l’elfo risenta di alcun problema. Pertanto quando si scrive di elfi bisogna rispettare queste caratteristiche….ad un elfo non possiamo fare indossare un’armatura pesante perchè perderebbero la sua agilità. Se un elfo in battaglia viene ferito in modo grave deve essere curato immediatamente altrimenti muore per via della velocità con cui la circolazione fa defluire la linfa. Questi sono solo alcuni esempi che ci fanno capire come utilizzare correttamente le caratteristiche di razza e come indirizzare la nostra scrittura della storia. Al prossimo post esamineremo un’altra razza.

Buon week miei cari lettori.

Scripty79

imagesCANA50S9

ENGLISH VERSION

Some time ago, in two old articles I talked about how important it was, when you write books or screenplays that include races other than human ones, maintain the physical, psychological and behavioral, unless it is not races created from scratch, then obviously every race has built various types and alignments (neutral, positive, negative), such as the dark elves that often turn into drow base. If you decide you describe a dark elf must take account of its specific characteristics, but also of his psyche and its alignment. Today we speak of the basic features of the elves, collecting the various indications from the various anatomies Tolkienian and Role Playing. The Elves of my trilogy “Meldon” will be very similar to the standard fee of the elven race, even if something new for sure I will write: Height as humans and wiser, stronger and smarter. Their appearance and ‘similar to that of men with whom they share the same build, but they have a different sheen that betrays the spirit and talents. They have with them some essential differences: in addition to being taller men are also less robust and hairless body, have not ne’barba ne’baffi. They also offer an extraordinary dexterity and agility as they weigh less than human beings, but this does not allow him to wear heavy armor and weapons, may be affected. Their ears are slightly longer than those of men, and have a typical shape of a tip, by a keen sense of hearing and ears are shaped to channel the sound better. A difference of humans are able to recognize sounds which overlap and are able to hear ultrasound. Their view is equally portentous and allows you to see many miles away, both day and night. Most of them have blonde hair, sand, silver, gray or blacks, blue eyes (sometimes they seem so clear color of the ice), gray, green or dark gray, sometimes blue or violet. Their skin is whiter.
The eyes of the elves have an elongated shape and have larger pupils than those of men, which absorb more light and appear brighter for this. In addition, the hyper reactive pupil and a multilayered retina. Stand out with extreme clarity of the figures to several hundred meters away. The Elves demonstrate a superior sense of balance and greater dexterity. They are renowned for their superior fighting skills at a distance, especially archery. Do not age but gradually become wiser and far more interesting, full of light, not only within, because they always move in a light similar to the glow of the moon just below the rim of the earth. The elves never sleep the rest every now and then just simply meditating and remembering the past, especially at night when they lie down and eyes open looking at the starry sky, which is why they are called by the men “the people of the stars” Their nervous system is formed by the brain, spinal cord and nerve endings, differs from the human to the increased speed of reaction to stimuli and for the amount of information that can store that is about 10 times greater than that of a normal human being. The speed of nerve impulses also gives reflections above average and excellent ability to respond to physical stimuli, sensory and chemical products. The brain and nerve cells of the elves came of age continue to reproduce, therefore, the number never drops and this means that the elves never lose the mental faculties. Their cardio-vascular system is formed from the heart, arteries, veins and capillaries, has a greater speed of movement and a strong blood pressure compared to humans. For this reason, the blood vessels are more resistant. This structure allows the elf to withstand more physical effort. They have no blood, but a similar substance called SAP. Their respiratory system is formed by the trachea, bronchi and lungs, has a quantity of alveoli almost double that human to compensate for the higher speed of the heart. This structure also allows the elves to not be affected by the lack of oxygen at high altitudes, and have a range under water 3 times greater than that of humans. Their digestive system is made up of the esophagus, stomach, intestines and liver. The elves can fast for much longer than a human being.
Their apparto muscle is characterized by the fact that itendini of the muscles of the joints are very resistant this avoids distortions during the shots of agility. The excitability, contractility, extensibility and elasticity of the muscles are strongly developed, this will allow the elves extraordinary speed and agility. The motor unit is made up of a small number of muscle cells innervated, muscle and therefore capable of rapid movements, fine and precise. In addition the tendons are more elastic and then lowers the risk of dislocations. Even after long periods of inactivity or semiattività there has never atrophy of the muscle. The osseous system of the elves has long bones are more or less curved as in humans, elves, however, in this peculiarity is most marked in order to better withstand the mechanical load not being a strong constitution, they are also much more porous and lighter. They also have a special cavity in the center of the bones that accentuates the lightness. The presence of cartilage within the pores makes the bone is more elastic and therefore should not be easily experienced fractures or cracks. Even in these cases, however, the particular structure is risalda optimally and in a short time without the elf resend any problem. Therefore, when writing about elves must respect these features to an elf …. we can not wear heavy armor because it would lose its agility. If an elf in battle is seriously injured and loses sap, must be treated immediately otherwise it dies because of the speed with which the circulation flow down the sap. These are just a few examples to help us understand how to properly use the characteristics of the breed and how to direct our writing of history. In the next post we will examine another race.

Happy weekend my dear readers.

Scripty79

Annunci

Un pensiero su “Fantasy: Rispettare le caratteristiche di razza – Observe the characteristics of the breed

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...