Recensioni Semiserie”Bleeding Love” by Alyxandra Harvey

Nel famoso scatolone  pieno di libri da leggere per il 2014, che vi ho citato nel post precedente c’era anche “Bleeding Love” di Alyxandra Harvey, primo libro della saga urban fantasy  intitolata  Drake Chronicle…premetto che a me piace leggere anche i libri di autori poco conosciuti, perchè credo sia utile contribuire al loro successo (visto che appartengo anche io a questa categoria) sia parlandone bene ma anche facendo delle crtitiche costruttive….come dire…bene o male purchè se ne parli…in fondo anche dalle critiche si può imparare e ci si può fare strada nel magico mondo dell’editoria…quindi scrittori emergenti diamoci una mano l’uno con l’altro e perdonatemi se qualche volta i miei pareri non sono proprio positivi.

Chiudendo la parentesi  “richiamo di battaglia”  procedo a farvi un sunto di questo libro…dunque che dire…ci sono un sacco di spunti positivi:

  • w i vampiri….cercavo un libro dove i vampiri fossero quello che sono ovvero esseri dotati di denti affilati che bevono sangue e bruciano al sole (sono tradizionalista che ci posso fare…non me ne vogliano i Twilighters!) e l’ho trovato! Inoltre in questo libro i vampiri soffronto tantissimo nel momento della loro completa trasformazione vampiresca
  • Nel libro troviamo un  nutrito gruppo di vampiri buoni che non trattano gli umani come Chupa Chups,appartenenti ad una famiglia millenaria con un nome altisonante…DRAKE !  Figo non c’è che dire!
  • Questa famigliola buona  composta da 7 figli maschi  fa invidia a parecchia gente in quanto oltre a loro vi è anche  Solange  (l’unica femminuccia oltre la mamma) che secondo un’antica profezia al compimento dei suoi 16 anni diverrà la Regina di tutti i Vampiri e questo non va proprio giù agli altri  Clan di Vampiri ma sopratutto a Lady Natasha, una spietata succhiasangue e attuale Regina dei Vampiri che si sente minacciata da questa teenager dai denti affilati e che non vede l’ora di ucciderla, sapendo anche essere nelle mire del più potente,sexy e  sadicissimo vampiro che esista in circolazione nel libro: Monmatre.
  • Ci sono anche vampiri cazzuti e cattivi, capitanati proprio da Monmatre.
  • C’è poi il gruppo degli ammazzavampiri Helios Ra che però non fanno distinzione tra vampiri buoni o cattivi, li uccidono senza pietà….tra di loro c’è il cacciatore Kieran che però purtroppo per lui si innamorerà di Solange e vivrà in continuo conflitto di interessi : ucciderla o salvarla…. quindi anche qui un’ intreccio interessante della storia.
  • C’è Lucy, la migliore amica umana di Solange che non mancherà di far avere il suo supporto all’amica durante la battaglia per la corona, e nel frattempo si innamora di uno dei fratelli di lei (che le fanno costantemente la guardia per tenerla al riparo dalla rabbia altrui scaturita dalla profezia), Nicholas.

Insomma ci sono tanti elementi interessanti nel libro, tanti intrecci utili su cui basare una saga urban fantasy, così come i luoghi e i contesti…. ma….il problema è che in questo libro tutti questi elementi sono messi, a parere mio, alla rinfusa. Gli eventi si articolano in un periodo composto da pochi giorni, ma ne siamo al corrente solo perchè sono scritti all’inizio di ogni capitolo, dalla narrazione l’arco temporale non si riesce a comprendere. Ci sono tantissimi personaggi e tantissime storie che almeno in questo primo libro non sono state approfondite, ci sono due storie d’amore che mi sanno un pò di melenso, quasi peggio di TWILIGHT….fortunatamente  i protagonisti non si baciano ogni due righe e non ci sono dialoghi da carie ai denti… ma comunque la sostanza non cambia. Il fatto che nel libro venga utilizzata la tecnica del POV (point of view) di Lucy e Solange ingarbuglia ancora di più il materiale prezioso a disposizione e si sciupa quanto di buono si potrebbe fare. Il tutto è guastato poi da una narrazione fin troppo leggera e piena di battute scontate e spesso inserite in scene dove non andrebbero messe…non è credibile poi vedere un personaggio che sembra  (con tutto il rispetto) PippiCalzelunghe cresciuta e occhialuta, lottare con una balestra e un corno pieno di polvere da sparo,  in mezzo ad una feroce battaglia tra vampiri in cui volano schizzi di sangue, pezzi di carne e cenere…oppure sfuggire ad un inseguimento mimetizzandosi dietro una frasca a sbaciucchiarsi col vampiro figo di turno. I luoghi sono descritti molto bene , come il palazzo lugubre e tetro di lady Natasha, la villa dei Drake cosi old english stile….ma poi tutto viene sciupato da scenette e dialoghi troppo leggeri… L’impressione che mi sono fatta di questo libro è che c’era veramente tanto buon materiale da utilizzare che però è stato utilizzato male e con tanta, troppa fretta. Sembrava di leggere uno di quei romanzetti anni ’80 che si trovavano allegati nelle rivistine da adolescenti con i poster nel mezzo…veramente un peccato..proverò ad ogni modo a leggere  i sequel per vedere se la narrazione decolla e se l’autrice ha usato questa narrazione solo come stratagemma per incuriosire …ma tutto questo disordine di certo, almeno nel mio caso,  non  ha creato grande suspence e voglia di proseguire. Peccato!

Harvey_BleedingLove

Annunci

Dimmi che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...