My channel on Youtube and other news

In questi giorni ho lavorato molto alla promozione del blog e dei miei libri già pubblicati, con ottimi risultati direi.

Innanzitutto ho finalmente ultimato i lavori del mio canale su Youtube dove inserisco tutti i miei deliri multimediali ( eh già, non mi limito a delirare solo su word 😀 ). Per ora ci sono solo due video promozionali di due mie opere. I video sono un pò datati ma mi piaceva condividere con voi la mia evoluzione a scrittrice multimediale. Il canale è operativo e vi basterà cercare Manu Scripty ed iscrivervi oppure se non lo trovate cliccate qui: Manu Scripty Youtube Channel

Poi ho registrato il mio blog sul sito Net Parade  che è un posto molto utile per chi vuole pubblicizzare il proprio spazio. Nello specifico  è un motore di ricerca e directory basato su classifiche. Potete vedere i siti migliori consultando le classifiche o effettuando delle ricerche più precise. Potete votare i siti vengono  dando un parere sulla grafica, la qualità, i contenuti, l’utilità e la simpatia. Ogni iscritto  deve mettere nel suo sito uno o più banner o uno degli altri tools che il sito vi mette a disposizione. Ogni click suibanner, da parte dei visitatori del sito, farà aumentare il numero dei punti mensili attribuiti al sito. Il visitatore potrà inoltre, se lo vorrà, dare un giudizio sul sito ed esprimere commenti. Inoltre il portale Net-Parade permette loro di aumentare le visite e migliorare il posizionamento nel web, mettendo il link sui migliori motori di ricerca. Ci sono anche un sacco di premi per i siti migliori. Cliccate sul nome e fate un giro. Io in soli tre giorni ho totalizzato circa 800 voti e mi sono piazzata nella classifica dei TOP 100 in tempo reale, guardate la foto:10348222_10152798076893567_3993506912718123005_nMi raccomando se vi va continuate a votarmi ogni mese (utilizzando il banner qui a fianco) perchè la classifica si azzera ma è possibile continuare ad accumulare tanti punti bonus. Aiutatemi a crescere e mettete anche voi il vostro sito su Net Parade.

Oggi invece ho lavorato un pò alla grafica e agli effetti su alcune foto per il mio libro AELVEN SAGA :La Gemma di Mïw che compariranno assieme ai disegni delle mie collaboratrici Fran e Paola B.  Nello specifico sto cercando di creare qualcosa per la copertina, avvalendomi anche dell’aiuto di una persona molto brava con la Graphic, che vi presenterò tra qualche tempo.

Eccole qui:

Aelven Copy

Matgar 3 copy

E inoltre non dimenticate che potete trovarmi anche su Pinterest e su Tumblr  e ovviamente Twitter, per essere sempre informati sulle novità del libro oppure semplicemente per farci 4 chiacchiere  davanti ad un ottimo Earl Grey virtuale. Ah dimenticato la novità più bella….ho superato un piccolo guaio fisico che mi tormentava da due mesi ed ora sono di nuovo pronta per tornare al lavoro e a karate! Sono felicissima!

A presto

Scripty79

ENGLISH VERSION bandiera-inglese

These days I worked hard to promote the blog and my books have already been published, with excellent results, I would say.

First, I finally completed the work of my Youtube channel where I post all my delusions multimedia (oh yeah, I do not just rave only word:D). For now there are only two promotional videos for two of my works. The videos are a bit dated but I liked to share with you my evolution to multimedia writer. The channel is operational and you can just try and Manu Scripty register or if you find it, click here: Manu Scripty Youtube Channel

Then I registered my blog on the site Net Parade which is a very useful for those who want to advertise their own space. Specifically, it is a search engine and directory based on rankings. You can see the best sites by consulting the charts or conducting research more precise. You can vote the sites are giving an opinion on the graphics, the quality, content, usefulness and sympathy. Each member has to put into your site one or more banners or one of the other tools that the site provides you with. Every click suibanner by site visitors, will increase the number of points assigned to the site monthly. Visitors can also, if you will, to make a judgment on the site and make comments. Also portal Net-Parade allows them to increase traffic and improve rankings in the web, by placing the link on the best search engines. There are also a lot of prizes for the best sites. Click on the name and take a ride. I in just three days, I scored 800 votes, and I placed in the ranking of TOP 100 in real time, look at the picture:

I recommend it if you like keep vote me every month (using the banner on the right) because the ranking is zero but you can continue to accumulate as many bonus points. Help me to grow and you also put your site on the Net Parade.

Today I worked a little at the graphics and effects on some pictures for my book AELVEN SAGA: The Gem of MIW that appear along with the drawings of my collaborators Fran and Paola B. Specifically I’m trying to create something for the cover, availing also aid a person very good with the Graphic, which I will introduce in some time.

Here they are:

And also do not forget that you can also find me on Pinterest and Tumblr and Twitter of course, to be always informed about the book or simply to make us 4 chatter before a great Earl Grey virtual. Ah forgot best news …. I passed a little trouble physically tormented me for two months and now are again ready to return to work and karate! I’m so happy!

See you soon

Scripty79

 

Annunci

“Dal taccuino del prigioniero”

UN ESTRATTO DAL MIO LIBRO   http://www.amazon.it/Di-sogni-celluloide-Manuela-Battistelli/dp/1446614263 IN VENDITA SU AMAZON IN VERSIONE CARTACEA E FILE

index

 

Nella cella del prigioniero…egli si confessa a noi…ascoltiamolo poiché ha molto da dire prima della sua condanna.
“Mattino. Piove sopra una grata silente che si è aperta…non so per quale motivo gioisco alla libertà, poiché ho amato per otto lunghi anni questa amorosa prigionia. Ho il cuore libero dai mazzi di rose rosse delle sue innumerevoli parole, sollevato dal doloroso fardello, mi ritrovo a scrivere e dire cose che non avrei mai pensato…ignoravo la fine…e non ho mai capito se ero in prigione oppure ero felice di questo cuore pulsante di battiti. Hanno provato a fermarmi ma mi sono squarciato il petto col collo rotto di una bottiglia. A cuore aperto vedo ora le ferite sanguinanti, circondate di bordi rossi di felicità e ho capito che era una dolce prigionia, ma che a lungo termine mi ha condotto, tramite l’ipnotismo delle parole, alla spirale dell’inferno…travaglio massacrante. Forse ha assunto toni così drastici giacchè era amore vero e impossibilità. Ed è un binomio che difficilmente da risultati e frutti sperati. Ora che tutto è finito col tramonto di ieri, con un tremendo fendente al cuore oggi mi finisco del tutto, su un muro di decisioni prese, ora ho capito che non ho forze, non più. Non voglio umiliarmi più ora,anche se era dolce chiedere l’elemosina al suo cuore…si comprendono ora le tante parole mai comprese, si capisce ora ciò che non si capiva. Ieri ho rinunciato alla mia reputazione, gridando con gli occhi il mio amore a chi oltre al grazioso piacere aveva compreso le rosee intenzioni già da tempo, Grazie a questo sbarbato amore ho scoperto cosa vuol dire il sentire dentro di se , lo scrivere, sentir nascere le illuminazioni rare, donate ai poeti rari come me! Povero diavolo! Poeta prigioniero! Grazie a lei ho imparato a soffrire, a cavarmela dallo strazio coi soli versi, baciando le rime. Soltanto scendendo nel profondo del dolore si risorge forti e vigorosi più di prima. Abbassando le palpebre ogni giorni, in pianti o sorrisi, ho capito la trascendenza dalla realtà, di come la circostanza scalza il mondo esterno e ti fa viaggiare nel tuo io sconosciuto. Non auguro una sofferenza in tutti i sensi, come quella che sto provando io tutt’ora…auguro solo quella più dolce. Non nego la felicità che sento ora, mentre il sangue mi cola in petto, dopo la separazione. Non piangerò ora come tutti i giorni…come un tempo. Però piangerò calda rugiada salata, pensando alla nostalgia. E’ stato bello ma straziante! Non vorrei ma lo rifarei. E’ strana questa affermazione. Ho odiato piangere giorni interi…ora odio non piangere più. E’ l’eterno dilemma dell’epilogo della prigionia”

Il prigioniero continua rannicchiandosi sopra il letto di paglia. Rifiuta le cure dei medici. La ferita in petto sanguina ancora….gli rimane poco….forse una manciata di minuti…eppure ha ancora la forza di parlare. Il suo confessore incappucciato annota i sogni e le allucinazioni sul taccuino e nel suo cuore.
“…un leggero sorridere ora mi prende, ripensando all’istantanea foga con la quale celebravo i fasti del mio amore impossibile con graziose frasi di fanciullesco amore, di shaksperiano stampo e nello stesso tempo sperperavo parole dure contro la società che ci osteggiava. Pensavo di avere la forza di cambiare colei che amavo. Era come il mondo…bella e immutabile . Realista ed indecisa. Ero riuscito ma poi alla fine lei ha scelto la realtà, la fedeltà, professando di dover fare ciò che doveva fare e di no poter fare ciò che voleva fare! Ma è così…forse lo smodato ottimismo nelle mie forze e nelle sue parole, mi ha portato fin qui. Allo strazio dell’artista che ricorda i suoi ricordi. Ma lo rifarei daccapo! Solo i deboli non avrebbero continuato se osteggiati dal denaro, dalle chiacchiere pestifere della via!”

Il prigioniero stringe i pugni esangui e lacrima lentamente mentre gli strappano via il cuore che egli ha voluto donare. Mentre due carcerieri portano via il cadavere dissanguato del giovane sotto il suo letto di paglia si trovano alcuni scritti. Il confessore raccoglie le cartacce giallastre e ne legge le iscrizioni con tono grave. Mancano alcune frasi e il senso delle parole è incerto.

7 Aprile
Comincia da qui….ma già esisteva. Vorrei morire ora per non fare a pugni con i ricordi. Vincerebbero loro di sicuro. Sono giorni che cammino a braccetto con la vita giocando all’eroe. Il dolore? Devo interiorizzarlo, mi vado ripetendo come un mantra…ma come? Soffocandolo? Ma se non so neanche ammazzare un geko! Forse soffocando le viscere. Credevo che l’amore fosse sognatore, ma non è così. Non è cristallo ma metallo fuso che scotta ancora…..va colto nella sua materialità a volte…non si può, purtroppo, fare tutto con i sentimenti. Ci vuole il coltello fatto d’aria e di baci. Il mio viaggio inizia dalla fine forzata di un amore. Oggi ho assaggiato la dolce e succosa fragranza del sesso, ma non l’ho gustata fino in fondo, per la mia nobiltà…ho agito anche con il cuore, nuovamente. Anche in questa frangente….avrà gradito lei? Lo spero, perché io sono così, il mio sesso si spinge oltre l’azzurro del cuore e va a spasso con lui. I suoi baci salivano al cielo e le sue mani si aprivano alla vita dolce. Dopo tanta attesa il tutto è finito subito come il volo di fiori di pesco a primavera. Sembra ieri…quando pensavo a come sarebbe stato mischiare la carne col cuore. Ed ora tutto finisce con le parole più importanti ma inutili. E comincio altri viaggi, verso altri lidi, nel cuore avrò i segni eterni della sofferenza. Sono morto avvoltoio…rinascerò gabbiano. E veglierò sulla mia vita.

8 Aprile
Di pensieri maligni non ne voglio più! Ora ho le conferme che mi servivano per rinascere. Ma sono sempre in agguato. Mi graffiano ancora. Sto tessendo la tela con cui mi difenderò, con i cocci del mio forte cuore, costruirò infine una corazza. So di essere forte, più forte del duca nero che darà dinastia alla mia eterna sposa. Ma tale forza molto spesso viene meno, poi si risolleva come una coperta di fiori, al vento…e penso che ho le parole e i ricordi. Forse con essi non si va lontano, ma ho solo questo ed ho la ricchezza introvabile, la forza dell’animo dell’antica specie, dei pittori visionari. Io ho visto cose , in questa stagione infernale mia,che nessuno potrà mai vedere e mai capire. Se lo descrivessi non servirebbe a nulla….il sacrificio va vissuto. Partirò per un viaggio, andrò lontano, fuggirò per un po’. Forse mi farà bene.

15 Aprile
Sono ancora qui, tra ferro e miele. Il ricordo vaga ancora tra le membra che rabbrividiscono alla nave morbida che solcava lievemente le fessure bagnate, tra le onde di un mare che vomita amore e sangue e deve forzatamente prosciugarsi. Non so cosa diventerò, cosa farò. Il tempo fa da padrone a tutto! La voce di lei ancora mi giunge con il carico di parole: saremmo stati bene….quanti giorni felici avremmo passato…protetti nel nostro segreto, nel nostro guscio d’oro. L’arma mortale di tutto è l’onestà Se lei non fosse stata onesta, la mia pittrice sarebbe stata con me…ma a me non sarebbe piaciuto! A volte credo al suo volgersi e guardarsi indietro. La vedo correre verso di me, ma subito dopo la vedo cadere, accasciarsi al suolo, urlante di dolore. Un tramonto di sangue, tra i cristalli della notte le mie visioni accompagnano le ore nella danza del sonno. N el corpo di chi potrò rincontrarla?Quali occhi specchiandosi nei miei, saranno i suoi? Forse nessuno! C’è unicità in tutto …e così troverò un’altra…unica. E lei si sistemerà sotto le pieghe del cuore pulsante, tra le vene pulsanti. Tutto ritornerà in altre vesti, lei tornerà avvolta da nuovi abiti, da nuove arti e sensazioni. Alla luce del mio cuore si sistemerà al trono abbandonato, da lei abdicato. L’amore avrà un nuovo monarca e una nuova regina. Però ora, tra i fiumi di un mondo alcolizzato, mi fa stare male una discesa velenosa che attraversa il mio stomaco, come un bruciore amaro e tremolante che mi squarcia le viscere.
21 Aprile
Una cella di merda…ecco dove sono ora. Manca! Ho fame dei suoi occhi, la disperazione gioca brutti tiri. Sento squarciarsi il petto. Tanto vale che lo squarcio davvero. Sento sollevarmi da una santa forza. A volte vedo la vita migliore nel futuro di cristallo d’ambra. Vago per valli che nessuno conosce più. Però mi sento un’anima trasandata, diversa. Intorno vedo solo indifferenza dovuta all’esserci sconosciuti gli uni agli altri. Quando vedo uno sguardo che mi scruta, su una strada o una panchina assolata, mi sento di dovergli confessare le mie pene, ma esso subito si volta. Come dura poco la benevolenza. Voglio pregare poiché il mio inferno se ne torni giù, sotto la terra che prima percorrevo libero e che volevo percorrere con lei.
23 Aprile
Prima di oggi ero sotto una cappa enorme di cielo. Pensavo a quanto fosse piccolo l’animo sotto tale infinito. Lei mi chiama nonostante la lontananza rombante di sangue, che copre la sua voce. Quanto è lontana oggi la disperazione nella Pasqua tranquilla. Ma una distesa azzurra e umida di vento non può che farla tornare. Mille bolle azzurre si scontrano con le falci delle stelle. Credo che non ci sia metodo più nobile per dimenticare le pene, che abituare gli occhi a nuove sensazioni che non possono essere solo effimere vibrazioni . Mi ero steso al sole e poi alla notte e ho rivisto la mia vita. Credetemi..è un paradiso di vibrazioni indescrivibile, perché i brividi non hanno parole, il benessere non ha verbi adatti. Ero sotto una fresca palma di tela a veder trascorrere i miei pensieri, veloci come le immagini fuggevoli dal vetro di un treno. Vorrei un po’ di compagnia ora…me la fa la solitudine…come sempre nella mia vita…fin da quando cominciò.
26 Aprile
E’ incredibile come tale viaggio abbia cambiato per ora la mia vita. Sento delle piume d’oro nello stomaco. Non mangio più i sassi e non voglio mangiarne più, neanche dopo. Non voglio costruire palazzi di disperazione, mangiarli e ricominciarli. Voglio avere a cuore solo ciò che se lo merita. Ho viaggiato dentro me ….ho compiuto un viaggio nel viaggio mentre pugnalavo il petto candido di lei.
1 Maggio
L’allegro lago rovescia e vomita una distinta marea di parole. Suscita amore, passione travestita da festa. Sapevo inconsciamente di sapere cosa realmente volessi far succedere . Nulla è rimasto fermo nella mia mente purtroppo. La mente si è assuefatta e la rabbia è uscita dalle mani. Perché ora non riesco più a soffrire? Dovrei festeggiare per la morte del dolore, invece lo rimpiango e non so il perché? Rivoglio la carne tremula. La vita continua ma è strana…pare manchi qualcosa…

 

tumblr_lwdkv3vxA61qdb4rqo2_500

ENGLISH VERSION

AN EXCERPT FROM MY BOOK http://www.amazon.it/Di-sogni-celluloide-Manuela-Battistelli/dp/1446614263 SALE ON AMAZON IN PRINTED VERSION AND FILE

In the cell of the prisoner he confesses to us listen to him because he has a lot to say before his sentencing.

Morning. Rains over a grate silent which opened I do not know why I rejoice to freedom, because I loved for eight long years this loving captivity. My heart is free from bouquets of red roses of his many words, lifted from the painful burden, I find myself writing and saying things that I never thought did not know the end and I never knew if I was in prison, or I was happy about that heart beats. They tried to stop me but I ripped open the chest with the broken neck of a bottle. Whose heart was open I see now the bleeding wounds, surrounded by red edges of happiness and I realized it was a sweet captivity, but that in the long term has led me, through hypnotism of words, the spiral of hell backbreaking labor. Perhaps it has again become so drastic because it was true love and impossibility. And it is a combination that is difficult to results and fruit. Now that it is all over with the sunset yesterday, with a tremendous blow to the heart of today I finish everything, on a wall of decisions made, now I understand that I have no strength, no more. I do not want to humiliate me more now, even though it was sweet begging to his heart you now include many words never understood, you understand now what you could not tell. Yesterday I gave up my reputation, shouting with eyes my love to those who in addition to the pleasure he understood pretty rosy intentions for some time, thanks to this shaven I discovered what it means to love the feel within himself, writing, hearing birth illuminations rare, donated the rare poets like me! Poor devil! Poet prisoner! Thanks to her, I learned to suffer, from agony to get by with just verses, rhymes kissing. Only down in the depths of pain rises and vigor than before. Lowering his eyelids every day, in tears or smiles, I understand transcendence from reality, how the fact undermines the outside world and makes you travel in your unknown self. Not wish suffering in every sense, like the one I’m trying I still just hope that more sweet. I do not deny the happiness I feel now, while my blood cola in the chest, after separation. Do not cry now as every day … like a long time. But weep hot salty dew, thinking of nostalgia. E ‘was great but heartbreaking! But I would not do it again. It strange that statement. I hated crying whole days now I hate not cry anymore. And the eternal dilemma of the epilogue of captivity

The prisoner continues crouching over the bed of straw. Reject the care of doctors. The wound in his chest still bleeding .the remains little … maybe a few minutes … and yet still has the strength to speak. Her confessor hooded notes dreams and hallucinations on notebook and in her heart.

A slight smile now takes me, thinking back to the snapshot ardor with which I celebrated the glories of my impossible love with pretty phrases boyish love, shaksperiano mold and at the same time sperperavo harsh words against the companies we flaunted. I thought I had the strength to change the one I loved. It was like the world beautiful and immutable. Realistic and indecisive. I managed but in the end she chose the reality, faithfulness, professing to have to do what he had to do and not to do what he wanted to do! But it’s so … maybe the excessive optimism in my strength and in his words, has brought me this far. The agony of the artist recalls his memories. But I’d do it all over again! Only the weak would not have continued if opposed by money, by talk pestiferous street!

The prisoner clenches his fists bloodless and tear slowly as they tear away the heart that he wanted to donate. While two jailers carry away the dead body of the young man bled under his bed of straw are some writings. The confessor collects litter yellowish and reads the inscriptions gravely. Missing some phrases and the meaning of words is uncertain.

April 7

Start Here … .but already existed. I would die now not to have to do battle with the memories. They would win for sure. These are days that I walk hand in hand with life playing the hero. The pain? I have to internalize it, I‘m repeating like a mantra but how? Choking? But if I can not even kill a gecko! Perhaps stifling the guts. I thought that love was a dreamer, but it does not. It is not crystal but molten metal that burns ..va still caught in its materiality sometimes … you can not, unfortunately, do everything with the feelings. It takes the knife made of air and kisses. My journey begins from the end of a forced love. Today I tasted the sweet and juicy scent of sex, but I enjoyed the way down to my nobility I also acted with the heart, again. Even at this juncture .avrà liked her? I hope so, because I am so, my sex is pushed over the blue heart and goes for a walk with him. His kisses were going up to heaven and his hands opened the sweet life. After a long wait the whole thing is over now as the flight of peach flowers in spring. It seems like yesterday when I thought about how it would be to mix the meat with the heart. And now it all ends with the most important words but useless. And I start other trips, to other shores, in the heart I will have the signs of eternal suffering. Are dead vulture reborn seagull. And I will watch over my life.

April 8
Thoughts of evil I do not want more! I now have confirmation that I needed to be reborn. But they are still there. I still scratch. Am weaving the cloth with which to defend myself, with the pieces of my heart strong, finally build an armor. I know I’m strong, stronger than the black Duke dynasty that will give to my eternal bride. But this force is very often less, then rises again as a blanket of flowers, the wind … and I think I have the words and memories. Perhaps they do not go away, but I only have this and I have the wealth found, the strength of the soul of the ancient species, painters visionaries. I saw things, this season my infernal, that nobody will ever see, and never understand. If I were to describe it would be useless … the sacrifice should be lived. I leave for a trip, I’ll go away, flee for a while . Maybe I will do well.

April 15
I’m still here, including iron and honey. The memory is still wandering among the members that the ship shudder soft furrowed slightly wet cracks, in the waves of a sea that love and vomits blood and must forcibly dry up. I do not know what will become, what I will do. The time is the master of everything! Her voice still comes to me with the load of words: we would be fine .quanti happy days we spent protected in our secret, our gold shell. The deadly weapon of all is honesty If she had not been honest, my painter would be with me but I would not like it! Sometimes I think his turn and look back. I see her running towards me, but then I see it fall, collapsing to the ground, screaming in pain. A sunset of blood between the crystals of the night my visions accompany the hours of sleep in the dance. N the body of who I can meet again? What mirrored in my eyes, will be his? Perhaps no one! There is uniqueness in everything and so I’ll find another one. And she will settle under the folds of the heart, between the veins buttons. Everything will return in other clothes, she will return wrapped new clothes, from arts and new sensations. In the light of my heart will settle to the throne abandoned, she abdicated. Love will have a new monarch and a new queen. But now, between the rivers of the world alcoholic, I feel bad a descent poison running through my stomach, like a burning bitter and trembling that I rips the guts.

April 21
A cell of shit here is where I am now. Missing! I hunger in his eyes, the desperation plays tricks on. I feel torn apart the chest. I might as well really the gash. Lift me feel a holy force. Sometimes I see a better life in the future crystal amber. Vago valleys that no one knows more. But I feel scruffy soul, different. Around I see only indifference due sein strangers to each other. When I see a look that looks at me, a road or a bench sunny, I feel I owe him confess my pains, but it soon turns. How tough little benevolence. I want to pray for my hell if they come back down under the ground before I walked free and that I wanted to go with her.

April 23
Before today I was under a hood huge sky. I thought about how small the mind under such infinite. She calls me despite the distance rumbling of blood covering her voice. How far today the desperation in quiet Easter. But a blue expanse, damp wind that can not get her back. A thousand blue bubbles collide with the scythes of the stars. I believe that there is no more noble method to forget the pains, that eyes become accustomed to new sensations that can not be only ephemeral vibrations. I was lying in the sun and then at night, and I saw my life. Credetemi..è a paradise of indescribable vibrations, because the creeps have no words, well-being does not have suitable verbs. I was under a palm fresh canvas to see spending my thoughts, as fast as the fleeting images from the glass of a train. I would like a little ‘company now makes me solitude as always in my life since I began.

April 26
It amazing how this trip has changed my life for now. Feel of golden feathers in the stomach. I no longer eat the stones and do not want to eat more, even afterI do not want to build palaces of despair, eat them and restart them. I want to have at heart only what he deserves. I traveled inside me … .I made a journey within a journey while pugnalavo chest candid about her.

May 1
The cheerful lake down and vomits a distinct tide of words. Arouses love, passion disguised as a feast. I knew subconsciously know what you really want to make happen. Nothing has remained firm in my mind unfortunately. The mind is addicted and anger is out of the hands. Because now I can no longer suffer? I should celebrate the death of pain, rather regret it and I do not know why? I want the flesh tremulous. Life goes on but it is strange it seems something is missing

 

Parlano di me

In questa coda del 2014 ho notato che molte persone si sono interessate ai miei libri e mi hanno suggerito di ” spargere” un pò di più la voce in giro (oltre al blog che va molto bene) per far si che i miei testi siano conosciuti meglio, inoltre, devo dire che sul mio profilo Twitter vedo moltissime visite e attestati di stima in relazione alla mia attività di scrittura. Tutto questo mi ha sorpreso positivamente, non me lo aspettavo davvero. La maggior parte degli attestati di stima poi, mi arrivano dall’estero, specialmente da scrittori fantasy Inglesi e Americani e questo è davvero un passo molto importante. Così mi sono convinta e ho iniziato a farmi conoscere da chi magari chiedeva più informazione sui miei libri, superando timidezza e la paura di “rompere le scatole” al prossimo, e anche frequentando blog che fanno molta attenzione agli scrittori esordienti e ne curano la promozione, non a scopo di lucro ma per pura passione. E così ora sono in attesa di alcune opinioni da parte di alcuni blogger e lettori, la prima potrebbe arrivare nei primi giorni di Dicembre. Vi farò sapere. Nel frattempo un blog molto molto bello, ha fatto la presentazione del mio ultimo libro uscito nel 2013.

Il blog si chiama

IL RUMORE DEI LIBRI e ha moltissime iniziative per gli esordienti e i lettori accaniti e molte sezione interessanti.Fateci un giro ;-P

Potete trovare in questo link, la presentazione del mio libro TUTTO L’AMORE DELLA LUNA

Sempre rimanendo una Viaggiatrice del tempo, come dico nel mio precedente articoli, attendo opinioni di lettori appassionati.

A presto Scripty79

 

ENGLISH VERSION

TALK ABOUT ME

In this final 2014 I noticed that many people are interested in my books and I have suggested to spread” a little more around the item (in addition to the blog that goes very well) to make sure that my lyrics are better known in addition, I must say that on my Twitter profile I see a lot of views and expressions of esteem in relation to my writing activities. This surprised me positively, I did not expect really. Most of esteem then, I come from abroad, especially from the British and American fantasy writers and this is really a very important step. So I am convinced and I started to make myself known to those who may ask more information about my books, overcoming shyness and the fear of giving annoyance to people, and also attending weblogs that much attention to new writers and take care of the promotion, not for profit but out of pure passion. And so now I’m waiting for some opinions by some bloggers, the first could arrive in early December. I will let you know. Meanwhile a blog very very nice, made the presentation of my latest book published in 2013.

The blog is called

IL RUMORE DEI LIBRI and has many initiatives for first-timers and avid readers and many interesting section.
Tell us a ride ;-P
You can find in this link, the presentation of my book TUTTO L’AMORE DELLA LUNA

Remaining a  TIME TRAVELLER, as I say in my previous articles, I await the opinions of avid readers.

See you soon

Scripty79